Presentato il rapporto 2014 sullo spreco domestico.

Presentato il rapporto 2014 sullo spreco domestico

 
8,1 miliardi: questo l’esorbitante costo dello spreco alimentare nel nostro paese ogni anno. In pratica, ogni famiglia butta letteralmente nella spazzatura 630 grammi di cibo, pari ad un costo medio di 6,5 euro a famiglia.
A dirlo i dati del rapporto 2014 dell’osservatorio Waste watcher/ Knowledge for Expo, presentato lunedì scorso 7 luglio all’Expo Gate di Milano alla presenza del Ministro delle politiche agricole Maurizio Martina. “Studiare meglio le cause e i comportamenti familiari sarà il primo passo per garantire policies adeguate di prevenzione dello spreco – ha dichiarato il Presidente di Last Minute Market Andrea Segrè – Per questo Waste Watcher propone sin d’ora di attivare anche in Italia i “Diari di famiglia”, come già succede negli altri Paesi europei: si tratta di monitoraggi e rilevazioni scrupolosamente annotate da centinaia di famiglie campione, a proposito del consumo e soprattutto dello spreco settimanale. In questo modo potremo arrivare a dati del tutto realistici, laddove i monitoraggi finora effettuati possono registrare la percezione personale sullo spreco in famiglia”. Dal canto suo Martina, ha dichiarato di voler “fare squadra nelle policies di prevenzione dello spreco alimentare, che saranno fra i focus portanti di Expo 2015. Così come – ha proseguito il ministro– dal 2015 intendiamo avviare programmi specifici di educazione alimentare per le scuole dell’obbligo, in sinergia con il Ministero della Pubblica
Istruzione e con il piano Pinpas di prevenzione dello spreco alimentare”.